decreto legge “Rilancio” (art. 88 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34, modificato dall’art. 4 del decreto legge 14 agosto 2020, n. 104)

DI COSA SI TRATTA

L'ANPAL, Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro, ha istituito il Fondo Nuove Competenze, un fondo pubblico nato per contrastare gli effetti economici dell'epidemia Covid-19.Al fine di consentire la graduale ripresa delle attività, i contratti collettivi di lavoro sottoscritti a livello aziendale o territoriale da associazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, ovvero dalle loro rappresentanze sindacali operative in azienda ai sensi della normativa e degli accordi interconfederali vigenti, possono realizzare specifiche intese di rimodulazione dell’orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive dell'impresa, con le quali parte dell'orario di lavoro viene finalizzato a percorsi formativi.


A CHI SI RIVOLGE

La misura si rivolge ai datori di lavoro privati che stipulino accordi collettivi di rimodulazione dell'orario di lavoro dei propri lavoratori, per mutate esigenze organizzative e produttive dell'impresa o per favorire percorsi di ricollocazione e/o riqualificazione professionale. La riduzione dell’orario di lavoro dovrà essere finalizzata ad appositi percorsi di sviluppo delle competenze del lavoratore e non alle attività di formazione (es. si escludono, pertanto, i progetti formativi che riguardano le attività previste dall'Accordo Stato Regioni - D. Lgs. n.81/08). Non c'è un numero massimo di lavoratori da destinare al percorso di sviluppo delle competenze. Sono interessati dagli interventi tutti i lavoratori dipendenti occupati nelle imprese ammesse a beneficiare dei contributi finanziari del FNC o in somministrazione a prescindere dall’inquadramento contrattuale. I datori di lavoro possono presentare più istanze di accesso al FNC avente ad oggetto lavoratori diversi rispetto a quelli già inseriti in una precedente istanza. I datori di lavoro, inoltre, nei limiti delle 250 ore di rimodulazione dell’orario di lavoro da destinare a percorsi di sviluppo delle competenze, possono presentare una nuova istanza di accesso al FNC anche per gli stessi lavoratori per i quali abbiamo già presentato un’istanza; si precisa, però, che i percorsi di sviluppo delle competenze in cui sono coinvolti i lavoratori già inseriti in una precedente istanza devono avere obiettivi diversi, rispetto alla precedente istanza, da attestare o certificare secondo le previsioni dell’Avviso FNC.


QUALI SONO I VANTAGGI

Gli oneri relativi alle ore di formazione, comprensivi dei relativi contributi previdenziali e assistenziali, sono a carico di Fondo Nuove Competenze. Il FNC rimborsa il costo delle ore di lavoro rimodulate fino ad un massimo di 250 ore. Il rimborso viene quantificato e autorizzato da ANPAL e il pagamento sarà effettuato da INPS sull'IBAN indicato dall'azienda: 70% a titolo di anticipazione e 30% a saldo.


TEMPI DI REALIZZAZIONE

I percorsi per lo sviluppo delle competenze dovranno essere realizzati entro 90 giorni dall'approvazione della domanda. Nel caso di istanza presentata dai Fondi paritetici Interprofessionali e dal Fondo per la formazione e il sostegno al reddito dei lavoratori il termine ultimo per realizzare i percorsi di sviluppo sarà elevato a 120 giorni.


PERCHÉ  AFFIDARSI A 2 POWER SRL

2 POWER SRL è Ente di Formazione Riconosciuto e può aiutarti a progettare ed erogare i percorsi formativi volti allo sviluppo delle competenze dei tuoi lavoratori. Per la tua azienda:

  • progettiamo il piano formativo;
  • ci occupiamo della relazione con i sindacati per la sottoscrizione dell'accordo;
  • presentiamo l'istanza;
  • eroghiamo la formazione in modalità FAD asincrona, attraverso una piattaforma semplice ed intuitiva;
  • ti accompagniamo fino alla richiesta del saldo.



🔎 Vedi i nostri Accreditamenti

✉️ Contattaci

⬇️ Scarica FAQ: