PREMESSA

Le aziende, con il pagamento dei contributi obbligatori, versano all'INPS una quota come "contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria", corrispondente allo 0,30% della retribuzione dei lavoratori. Grazie ai Fondi Interprofessionali, da alcuni anni è possibile per le aziende scegliere a chi destinare lo "0,30%", se all'INPS oppure ai Fondi.