09 Sep

Vediamo come redigere un manuale HACCP per asilo nido, e quali sono le caratteristiche da rispettare, affinché anche un asilo nido possa somministrare cibi e bevande.

Tutte le imprese che prevedono di somministrare cibi e bevande, devono rispettare il protocollo HACCP, il quale è basato su 7 principi fondamentali per garantire la sicurezza alimentare.

Se l’applicazione di tali principi viene eseguita scrupolosamente, diventa alquanto semplice effettuare tutte le azioni preventive di ispezione, controllo e verifica della presenza di eventuali criticità che si potrebbero riscontrare durante tutto il percorso della filiera alimentare.

Manuale HACCP per asilo nido: tutti i requisiti

Redigere un manuale HACCP per un asilo nido è di fondamentale importanza, in quanto, la somministrazione dei suoi pasti e delle sue bevande è destinata ad un pubblico molto sensibile, composto da bambini dai 0 a 3 anni. 

Di conseguenza, per garantire loro la sicurezza alimentare, sarà necessario affidarsi ad un professionista esterno qualificato con certificazione HACCP, e che provveda ad effettuare i seguenti interventi:

  • Verificare tutti i requisiti igienico-sanitari della struttura
  • Redigere un manuale di autocontrollo
  • Formare il tuo personale con un corso haccp
  • Applicare le procedure del manuale
  • Aggiornare costantemente il manuale (vedi Rinnovo haccp)

Manuale HACCP per asilo nido: cucina interna o esterna?

Un asilo nido, dovrà redigere un manuale HACCP solo nel caso sia fornito o meno di una cucina interna. 

Infatti, nel caso dovesse ricorrere ad un catering esterno, l’asilo nido, dovrà solo preoccuparsi di controllare che il cibo ricevuto sia conservato ermeticamente ed alle apposite temperature.  

Dopodiché, il peso di dimostrare di essere in possesso di un certificato HACCP spetta all’azienda che sta offrendo il servizio di catering all’asilo.

Mentre, nel caso in cui l’asilo nido dovesse offrire anche il servizio di mensa, occupandosi sia dell'approvvigionamento delle materie prime che della somministrazione delle stesse, allora sarà costretto a redigere esso stesso un manuale di autocontrollo secondo i principi dell’HACCP.

Manuale HACCP per asilo nido: igiene degli ambienti

Quindi, prevendendo anche di cucinare internamente, l’asilo dovrà porre la massima attenzione anche alla disposizione e alla pulizia di tutti gli spazi, sia quelli adibiti alla cottura e alla conservazione degli alimenti, che a quelli usati da tutto lo staff. 

In effetti, oltre ai locali riservati agli alimenti, vi è la necessità anche di prevedere la presenza di un bagno e di uno spogliatoio per lo staff. 

Di conseguenza, per rispettare le norme di igiene e sicurezza alimentare imposte dal protocollo HACCP, i locali che non sono adibiti alla cottura o alla conservazione degli alimenti, dovrebbero essere posti quanto più distanti possibile dalla cucina e dalla dispensa dell’asilo.

Tutto ciò, al fine di evitare che per andare in bagno o negli spogliatoi si passi dai locali della cucina, evitando che ci possano essere eventuali contaminazioni alimentari.  

Assistenza 2power

Come hai avuto modo di vedere, per tutte le attività che offrono cucina e somministrazione di cibi e bevande, è obbligatorio rispettare il protocollo HACCP.

A tal riguardo, se hai necessita di formati nell’ambito della sicurezza alimentare, o di rinnovare il tuo attestato HACCP, non esitare a contattarci.

Noi di 2Power, siamo un ente di formazione certificato, ed i nostri attestati HACCP sono riconosciuti in tutta Italia ed Europa. Contattaci ora per maggiori info sui nostri corsi HACCP online.